Vincenzo Malavolti

, laureato in Economia e Commercio, manager
commerciale nel settore dei beni di largo consumo, fra il 2003 e il
2005 pubblica quattro romanzi, mostrando un’incredibile capacità
nell’imbastire storie che spaziano su terreni diversi, ma con
predilezione alla tematica storica.

Autodefinitosi “

narratore di storie

” per via della sua semplicità
espositiva capace di avvicinare ogni tipo di lettore, fà del ritmo la sua
regola e della scorrevolezza il suo stile, riuscendo a...“proiettare”
le immagini delle sue pagine.

Poi, è arrivato Mallory, le sue gatte, il suo drink...

2003 - LA TESSERA

 - Tragico romanzo corale che accomuna la storia di un barbiere
antifascista di origine siciliana, trapiantato nell’Appennino tosco romagnolo, con
quella del suo più giovane cognato, interprete di quella sfortunata generazione
che visse a cavallo tra le due grandi guerre.

2003 - IL CONTRATTO

 - Compromissorio racconto di un giovane introverso
giocatore di borsa che, allontanatosi dalla normalità della vita per
colpa di una subdola malattia, cercherà solo nel danaro la possibilità
di soddisfare la sua tenebrosa misantropia, stipulando infine uno
strano, indecente contratto con una bellissima prostituta.

2004 - LA PROFEZIA DI UNA STREGA DI CAMPAGNA

 - Frizzante
noir dai contenuti fortemente erotici, ma denso di sottile
ironia, impostato su diverse “short stories” al femminile
che ruotano attorno alla figura di un vanitoso ma
squattrinato playboy bolognese, più fortunato con le
donne che con gli affari.

2004 - LA GUERRA DEL PARTIGIANO ENRICO

 - Romanzo di guerra, ma
contro la guerra, che narra il tormentato percorso di un contadino
romagnolo, attraverso combattimenti e rappresaglie, spie ed
amori, dall’8 settembre 1943, sulle montagne della ex Jugoslavia,
fino alla battaglia sul Senio, il 9 aprile 1945.

© 2006 Vincenzo Malavolti - Tutti i diritti riservati